Un océano de paz en el Sistema Ibérico

Percorso celtiberico

            Se vi piacciono le rovine antiche, nella nostra area potete trovare diversi posti dove vissero i primi coloni storici all'interno della Penisola Iberica.

            La regione iberica mantiene qualche insediamento celtiberico o romano, che ci riportano alla vita di più di 2000 anni fa su queste montagne. Tutti loro sono soltanto parzialmente scavati,  cosicché possono mostrare ancora solo una parte del loro valore archeologico, nonostante i musei archeologici di Calatayud e Soria già posseggano tutti i reperti trovati negli scavi ai siti, i quali possono spiegare più efficientemente la cultura e la vita nella nostra terra dal secolo -II al +II.

 
            Innanzitutto, in mezz'ora si può raggiungere Segeda, un'importante città celtiberica, che fu la prima a coniare monete nel centro della regione iberica. Se torniamo indietro all'anno 153 a.C., Roma tentò di conquistare la Penisola Iberica dichiarando guerra a Segeda e per rendere più semplice la conquista anticipò l'inizio dell'anno dalle Idi di Marzo al mese di febbraio. Sì, infatti questa città fu la causa della caduta dell'inizio in inverno del calendario odierno.

            Segeda è stata scoperta recentemente nel picco El Poyo, vicino al villaggio di Mara. Le festività delle Idi di Marzo e il Vulcanalia in agosto richiamano quel lontano passato. I resti degli antichi insediamenti possono essere visitati solo a metà settembre in un "open doors day".

Visione aerea dei resti di Segeda

            Dopo aver visitato Mara - Segeda, la prossima meta é il sito romano di de Bílbilis a circa 6 km di distanza dall'attuale Calatayud. Questa città fu sia il luogo della nascita sia quello della morte del poeta satirico latino Marcial, autore dei famosi "Epigrammi" in cui egli criticò duramente la società romana del suo tempo. Dopo Bilbilis, a Calatayud (i suoi abitanti sono tutt'ora chiamati "bilbilitanos") potrete visitare il suo Museo Arqueológico, il quale mantiene alcuni pezzi interessanti degli scavi a Bilbilis.

Foto dei resti della città romana Bílbilis

            Se volete saperne di più su quell'epoca potete viaggiare a Soria, che possiede uneccellente museo archeologico, o visitare i resti della città celtiberica Numancia, lì vicino.


© 2013 Todos los derechos reservados.

Creado con Webnode